Costrizione

                                                            “On se relève tombé, on ne se relève pas pulvérisé”

(Victor Hugo, L’homme qui rit )

 

La voce dal soffitto

è un subitaneo grido :

«Schiacciatelo, l’infame ! »

e il Testimone viene strascinato,

sulla scia di quell’eco,

a un  breve e convulso pensiero:

‘Tu, Peccato-Vita, mi schiacci  —

spero solo che non calpesterai

in me un infame, e calcherai piuttosto

uno già predisposto,  un penitente’.

 

Bologna                                                             23-25 dicembre 2012

1 Commento

Archiviato in Gruppoesia

Una risposta a “Costrizione

  1. Grace S.

    La con-fusione di Vita-Peccato e’ il momento più profondamente mistico di questa poesia dalle immagini violente che ricordano la crudeltà e l’agonia del Calvario.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...